Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

Comitato Salussola Ambiente è Futuro. Cittadini vs. Acqua e Sole srl, riparte la raccolta firme

0

Riceviamo e pubblichiamo per esteso il comunicato stampa diffuso dal Comitato Salussola Ambiente è Futuro sulla questione legata alla ripresa dell’iter amministrativo da parte dell’azienda proponente dopo la sentenza del TAR che ha accolto il ricorso della stessa Acqua e Sole srl. Sotto accusa anche l’atteggiamento troppo morbido dell’Amministrazione comunale di Salussola.

A tre anni dal giorno in cui a Salussola si è iniziato a mormorare di un progetto misterioso previsto per la Frazione Brianco, la questione discarica di amianto si è riaperta con la pubblicazione da parte della Provincia di Biella della revisione del progetto di Acqua e Sole srl.

Il proponente non si arrende alla determinata contrarietà della popolazione all’insediamento della sua mega discarica in un territorio che non ha le caratteristiche di idoneità per ospitarla, pertanto il procedimento si riavvia per la terza volta, impegnando nuovamente gli enti preposti e tutte le associazioni interessate nell’analisi di un progetto che da una prima visione manifesta ancora criticità da ogni parte lo si guardi.

Il Comitato Salussola Ambiente è Futuro si dedicherà nelle prossime settimane all’esame accurato di
tutta la documentazione depositata, ricorrendo anche a consulenze specialistiche come ha fatto negli
ultimi tre anni, tuttavia un particolare è apparso evidente: tutti i frontespizi degli elaborati esibiscono
lo stemma comunale di Salussola.

Lo stemma comunale è il segno rappresentativo dell’identità del Comune, e per Statuto può essere
utilizzato dai privati solo su concessione dell’Ente, perché manifesta il patrocinio concesso alle iniziative che se ne fregiano. Vederlo sugli elaborati del proponente è un affronto a tutta la cittadinanza che con ogni mezzo ha già manifestato la propria contrarietà al progetto.

Questo atteggiamento benevolente dell’Amministrazione di Salussola nei confronti della società Acqua
e Sole duole ancor di più se si paragona all’atteggiamento ostile manifestato nei confronti di chi sta
cercando di fermare il progetto: non abbiamo nemmeno ricevuto un riscontro alla lettera aperta con
cui sollecitiamo si proceda al più presto all’adeguamento del Piano regolatore al Piano Paesaggistico, e
dove offriamo sostegno economico perché il Comune possa partecipare al ricorso al Consiglio di Stato
a fianco dei Comuni circostanti, i quali paradossalmente stanno combattendo con maggiore vigore di
Salussola.

I cittadini sono indignati, e, proprio per accogliere le loro richieste, il Comitato Salussola Ambiente è
Futuro ha deciso di riaprire la Petizione che aveva raccolto 5mila firme nel 2017: molte persone che
all’epoca non avevamo raggiunto ci hanno chiesto di poterla sottoscrivere.

L’attività di raccolta firme sarà organizzata in modo capillare nei prossimi giorni, e inizierà in occasione
di altri due punti informativi che si terranno domenica 10 dalle 10 alle 17 presso la Festa d’Autunno, nella zona commerciale di Dorzano, e presso la Festa di San Martino a Camburzano.

In queste sedi i nostri volontari illustreranno le maggiori criticità del progetto e offriranno la possibilità
di firmare la petizione che non si limita a un facile “NO” alla discarica, bensì afferma che “la ragione per
la quale le previsioni devono essere effettuata in sede regionale risiede nell’esigenza di assicurare che
la distribuzione degli impianti sul territorio garantisca il rispetto dei principi di precauzione, di prevenzione, di proporzionalità, e di sostenibilità ambientale, oltre all’autosufficienza. Occorrono impianti di smaltimento pubblici, in cui sia garantita la partecipazione della popolazione, e che siano in funzione dei piani di bonifica territoriali, per calmierare i costi, recuperare alla legalità gli smaltimenti, e garantire correttezza in ogni fase della vita delle discariche per amianto”.

Ancora una volta, comuni cittadini combattono delle battaglie anche al di sopra delle loro possibilità senza mai smettere di crederci, mentre gli amministratori comunali di Salussola, che lo dovrebbero fare a fronte di un mandato politico, continuano a dichiararsi impotenti e non provano nemmeno a mettere la parola fine a questo progetto scellerato.

Comitato Salussola Ambiente è Futuro

Condividi:

Commenti chiusi