Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

#biellaimpresa e smart working: dopo Covid-19 il “lavoro agile” può diventare filosofia di vita “antifragile”

0

«L’obiettivo è quello di creare reti, diffondere competenza e conoscenza per fronteggiare la complessità di questo inedito momento storico – spiega Antonella Pella, direttore del personale di bonprix, partner capofila #biellaimpresa -. Tutti noi stiamo costruendo una nuova normalità e probabilmente ricorderemo questo 2020 come un anno di grandi cambiamenti. Tempo e risorse sono limitati, quindi con il nostro progetto vogliamo apportare energia per non disperdere le forze: condividere le competenze in situazioni di complessità è fondamentale. In bonprix siamo partiti con “l’agilità” già da qualche anno e conoscere un metodo di lavoro per affrontare una situazione così difficile è di grande aiuto. Preferiamo parlare di atifragilità, più che di resilienza perché crediamo che non sarà più possibile tornare alla “forma” di prima del Covid-19, ma solo evolvere, cambiare strada».

Il centro tecnologico #biellaimpresa nasce dalla rete dei partner di Agenda Digitale che  mette a disposizione il proprio canale youtube come strumento di formazione a distanza. Con la pandemia da SARS-CoV-2, il cambiamento è stato una necessità in molti ambiti di vita.

Dalla fase 2 in poi, il vero balzo culturale sarà integrare nel quotidiano gli strumenti acquisiti in fase 1, soprattutto al lavoro. Molti hanno parlato di smart working, #biellaimpresa si pone l’ambizione di parlare di “Lavoro Agile”, ampliando la sua definizione: non solo una modalità di lavoro a distanza con uso intensivo di tecnologie digitali, ma un mindset applicabile anche negli ambiti  produttivi.

Da remoto o in presenza, il Lavoro Agile deve essere partecipato, autonomo e flessibile, con orientamento ai risultati, una modalità gestionale e di project management.

I primi tutorial #lavoroagile sono stati realizzati dalle persone del network di Agenda Digitale  – partner e loro imprese associate – durante il lockdown, lavorando da remoto, in una squadra interdisciplinare nell’ottica della condivisione dei saperi e del confronto fra le varie realtà.

I temi sono affrontati da esperti di settore in modo semplice e pratico: da come far funzionare Internet al meglio alle piattaforme per le videoconferenze, dal commercio on line alla comunicazione con le immagini sul web.

D’ora in avanti saranno benvenuti i contributi di cittadini e imprese che vogliano condividere con la comunità quanto appreso in tema di lavoro agile.

Per maggiori informazioni si può a consultare il sito www.agendadigitale.biella.it/lavoroagile e naturalmente ad iscriversi al canale youtube.

Gianpiero Masera, Segretario generale della Camera di Commercio di Biella e Vercelli – Comitato di Coordinamento #ADBiella sostiene l’iniziativa in quanto «si inserisce perfettamente sulle direttrici seguite dal sistema camerale per aiutare le aziende di ogni tipologia e settore a migliorare le loro competenze digitali. Da diversi anni, infatti, si sta portando avanti il progetto “Eccellenze in digitale” organizzato da Unioncamere e Google, così come è attivo il Punto Impresa Digitale che fornisce consulenza personalizzata alle imprese che vogliono attivare tecnologie 4.0. Lo sforzo congiunto di tutti i partner di Agenda Digitale è un valore aggiunto per il tessuto economico del territorio, che mai come ora ha bisogno di supporto e strumenti risolutivi per fronteggiare la difficile situazione venutasi a creare a causa della pandemia da Covid-19».

«In un momento di emergenza come questo – spiega Christian Clarizio, Responsabile Sellalab – Comitato di Coordinamento #ADBiella -, fra gli aspetti positivi è emersa una nuova maturità nell’utilizzo degli strumenti digitali. Noi di Sellalab abbiamo subito reso disponibili dei webinar gratuiti all’interno del calendario condiviso “Appuntamenti con il futuro” con l’obiettivo di ispirare le imprese a mettere in atto azioni e progetti per rimettersi in moto dopo il periodo di serrata obbligata».

Fulvia Zago, membro esperto Comitato di Coordinamento #ADBiella: «Il balzo culturale riguarda anche la nostra visione del lavoro che va svincolata, soprattutto in termini di leadership, dalla presenza fisica ed il controllo per ottenere maggiore creatività e produttività: un cambiamento di visione che può migliorare il lavoro e la qualità di vita».

Condividi:

Commenti chiusi