Tecnologia. Musica live e tanto altro: le nuove frontiere dello streaming audio e video

0

La tecnologia streaming è una delle innovazioni che ha maggiormente influito sulle attività di intrattenimento e non solo, creando canali del tutto nuovi per fruire di contenuti in tempo reale. Piattaforme di questo genere oggi spopolano sul web offrendo ampi cataloghi di prodotti digitali, che spaziano dalla musica live ai giochi, fino agli strumenti per effettuare videoconferenze a scopi professionali e divulgativi. Ecco alcune delle principali applicazioni di tale tecnologia nel vasto universo di internet.

A-Live, la piattaforma pensata per la musica dal vivo

Una delle novità più recenti sul web è sicuramente A-Live, la piattaforma di streaming ideata per supportare il mondo della musica e organizzare spettacoli e concerti live in un periodo di particolare difficoltà per l’intero settore, piegato dalle difficoltà connesse all’emergenza da Covid-19. A-Live nasce con l’intento di rispondere in maniera forte a questo improvviso stop degli eventi dal vivo, offrendo la possibilità di connettere artisti e pubblico attraverso il canale web.

Utilizzando A-Live, ogni artista può organizzare concerti e tour virtuali, con possibilità di geolocalizzazione per aree specifiche e numero chiuso, e incontrare i fan attraverso delle videochat; dal canto suo, il pubblico ha la possibilità di partecipare agli eventi e di far sentire il proprio calore a chi sta sul palco mediante pulsanti di interazione. Nata da un’idea di Alex Braga, musicista, conduttore radiotelevisivo, produttore e tanto altro, la piattaforma rappresenta una vera e propria rivoluzione per un settore che ha fatto per lungo tempo del contatto fisico la sua ragion d’essere: i più tradizionalisti potrebbero storcere il naso, ma il progetto sembra davvero funzionare, in una fase storica in cui occorre fare di necessità virtù. A-Live rappresenta appieno quest’esigenza e la capacità di immaginare qualcosa di diverso che ci consenta di non spegnere le nostre emozioni.

Twitch e le altre piattaforme di gaming in streaming

Uno dei settori più redditizi sul web è certamente quello dei giochi online, che negli ultimi anni è letteralmente esploso anche grazie all’introduzione di nuove tecnologie capaci di creare un’esperienza più totalizzante e immersiva.

Lo streaming è senza dubbio uno di questi fattori di successo, uno strumento che ha permesso di far uscire il gioco dai confini domestici e di aprirlo al mondo sfruttando il web. La dimensione live dei giochi ha in pratica fatto sì che ciascun utente potesse confrontarsi con altri appassionati connessi nello stesso momento e di dare vita a tornei in tempo reale, così come a sfide o a partite in stile cooperativo.

I casino digitali sono tra gli operatori che per primi hanno sfruttato questa opportunità per creare tavoli live dedicati alla roulette o al blackjack, ma non solo. Ciò ha dato vita in pochissimo tempo alla nascita di community sempre più attive e all’organizzazione di tornei di livello mondiale dedicati proprio ai giochi di carte e di casino, diventati un’importante occasione di divertimento anche per coloro che amano soltanto guardare le mosse dei veri campioni.

Connessioni sempre più veloci e sistemi di sicurezza ormai avanzatissimi hanno portato le sale da gioco online a diventare uno dei principali riferimenti del settore, esempi da seguire per chi sceglie la via dell’innovazione nel campo dell’intrattenimento a 360 gradi.

Se si parla di streaming e giochi, tuttavia, è impossibile non fare riferimento a uno dei maggiori fenomeni di questi anni, ossia Twitch, una piattaforma interamente dedicata al gaming in cui gli appassionati possono creare un proprio canale e caricare video e dirette relativi alle partite effettuate. Un po’ come accaduto per YouTube, Twitch è diventato un ottimo strumento anche per monetizzare sfruttando le visualizzazioni, trasformandosi nel canale privilegiato di visione e aggiornamento per gli amanti delle varie tipologie di videogame.

Webcam, microfono e app: la chat diventa video

Sebbene questa opzione non sia una novità assoluta, dal momento che le videochiamate sono già attive da un po’ di tempo, con gli eventi dell’ultimo anno la possibilità di parlare in video con amici, familiari e colleghi di lavoro è diventata un vero e proprio must.

Un po’ per necessità, un po’ per piacere, le videochat hanno fatto irruzione nella nostra vita aiutandoci a mantenere vivi i rapporti interpersonali durante i periodi di lockdown e a ottimizzare, in molti casi, le attività professionali, consentendo di effettuare riunioni di lavoro, conferenze e chiamate con i membri del proprio team pur operando da città, se non addirittura nazioni, diverse.

Videochiamarsi è oggi sempre più facile, grazie sia alla continua crescita della rete internet che alla disponibilità di software particolarmente efficienti sotto vari punti di vista. Da WhatsApp, ormai divenuta a tutti gli effetti un’app dedicata non solo alla messaggistica ma anche alle chat video, di coppia o di gruppo, a Zoom, particolarmente apprezzata in ambito professionale e didattico, le opzioni sono ormai numerose e capaci di garantire elevati livelli di sicurezza grazie alle comunicazioni crittografate. Insomma, un grande passo avanti per ridurre le distanze anche quando le difficoltà impongono di restare fisicamente lontani.

Condividi:

Commenti chiusi