Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

TeamVolley. Serie C: la stagione 2020/21 riparte dal tandem di casa delle “2G”, Gaito-Gualinetti

0

Riempite le caselle che compongono l’organigramma dello staff tecnico, in casa TeamVolly i riflettori sono puntati adesso sulla prima squadra, che affronterà il prossimo campionato di serie C dopo aver chiuso al secondo posto la scorsa stagione, bruscamente interrotta dall’emergenza Covid-19.

La formazione 2020/21 allenata da coach Fabrizio Preziosa riparte da due certezze importanti: il tandem di casa composto dal capitano Sara Gaito e da Letizia Gualinetti. Si tratta di due conferme intorno alle quali verrà costruito l’intero gruppo, facendo affidamento, come nella scorsa stagione, anche sulle ragazze più giovani che arrivano dal vivaio biancoblù.

Sara Gaito, cresciuta nel TeamVolley, è rientrata in biancoblù lo scorso anno, dopo tre stagioni a Torino (ha militato per due anni nella formazione del Lingotto e uno in quella del Lasalliano), dove si è trasferita per motivi di studio, e una alla Virtus Biella.

Dipendente del Cordar è decisamente ottimista sulla prossima stagione: «Mi attendo delle buone prestazioni. La cosa fondamentale è riuscire a ricreare un gruppo: lo scorso anno, infatti, è stato proprio il gruppo a fare la differenza. Nella nostra categoria non credo che serva granché avere una o due ragazze particolarmente brave, magari scese da campionati superiori, quanto piuttosto poter fare affidamento su un team coeso e motivato, come il nostro. Anche durante la quarantena non abbiamo mai smesso di sentirci e di aiutarci a vicenda, poi, appena è stato possibile uscire di casa ci siamo trovate tutte per un aperitivo. È stata una serata bellissima! Anche se sappiamo che per qualcuna di noi nel prossimo campionato ci saranno altre squadre, altre realtà».

Sempre rispetto al periodo della quarantena, «ho avuto la fortuna di trascorre quei due mesi e mezzo con la mia famiglia, a Casapinta. Normalmente vivo a Biella per motivi di lavoro, ma essendo in smart working ho deciso di tornare a casa, ed è stata la scelta migliore che potessi fare. Ho riscoperto il valore della famiglia, l’importanza di trascorrere insieme un momento così difficile e delicato. Per questo mi reputo molto fortunata, perché devo dire che grazie ai miei parenti il tempo è quasi volato. Se fossi rimasta in città sarebbe stato tutto più difficile e pesante. Adesso, però, non vedo l’ora di tornare in palestra e lasciarmi alle spalle questo periodo, oltre che l’amaro in bocca per come si è conclusa anzitempo la scorsa stagione».

Stessa lunghezza d’onda per la giovane, ma già veterana in prima squadra, Letizia Gualinetti: «Stavamo giocando molto bene, sicuramente al di sopra delle aspettative, visto che quello dello scorso anno era un gruppo quasi completamente nuovo. Però ci siamo subito trovate bene, sia tra noi che con l’allenatore. L’ultima partita dello scorso campionato, per me, è un brutto ricordo, perché è stata una delle pochissime giocata male e perse nello stesso modo, poi è arrivato il Covid-19, e resta il dispiacere per una stagione conclusa così. Anche perché, per come sono fatta io, non mi piace mai lasciare le cose a metà».

«La palestra mi manca tantissimo – continua l’opposto biancoblù – e sono felice di continuare a giocare con le mie compagne. Ci saranno nuovi arrivi e altre ragazze andranno via, fa parte del gioco, però sono molto contenta che ci sia ancora il nostro allenatore Fabrizio Preziosa. Devo dire che così, a sensazione, sono molto positiva rispetto alla prossima stagione. È vero, un po’ fa parte del mio carattere, ma è anche vero che tutto questo tempo ferme ci sta snervando e sono convinta che torneremo in palestra più cariche e ambiziose di prima».

 

Condividi:

Commenti chiusi