Scherzo telefonico costa caro ad un ragazzo del ’95, denunciato dai carabinieri di Mongrando

0

Uno stupido scherzo telefonico è costato ad un ragazzo del ’95 residente nel Milanese una denuncia per procurato allarme. I fatti risalgono al mese di ottobre dello scorso anno, quando un uomo di Mongrando riceve una telefonata da numero nascosto.

Dall’altro lato della “cornetta” (sono all’incirca le 23), un giovane senza particolari inflessioni dialettali o straniere chiede aiuto dicendo che un suo amico è stato accoltellato alla gola da un gruppo di Albanesi, ad Abbiategrasso. Sul cellulare del ricevente compare la scritta “numero sconosciuto”.

A quel punto, l’uomo, insospettito, non conoscendo nessuno che in quel momento possa trovarsi ad Abbiategrasso (MI), compone il 112 per segnalare quanto accaduto. Per competenza territoriale viene interessata la stazione dei carabinieri di Mongrando.

Sembra che tutto debba finire lì, invece, i militari dell’Arma portano avanti le loro indagini. Riescono a risalire alla cella a cui era agganciato il cellulare del chiamante e scoprono che l’utenza telefonica è intestata ad una donna residente nel Milanese. Lei stessa riferisce ai carabinieri che il telefono è in uso al figlio.

Viene anche appurato che la sera della chiamata ad Abbiategrasso non c’è stato nessuno accoltellamento, quindi scatta la denuncia per procurato all’arme. L’articolo 658 del codice penale prevede l’arresto fino a sei mesi o un’ammenda da 10 a 516 euro.

 

 

 

Condividi:

Commenti chiusi