Ponderano. Asl BI, in Neonatologia il punto di raccolta per donazioni di latte umano

0

L’Asl di Biella diventa sede di un punto di raccolta di latte umano donato. È stata siglata nelle scorse settimane la convenzione tra l’Asl di Biella e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute di Torino (OIRM S. Anna) che disciplina l’accordo con cui sarà possibile destinare il latte delle mamme biellesi ai bimbi che più ne hanno bisogno.

Il “S. Anna” di Torino è, infatti, sede della banca del latte umano donato (BLUD) che garantisce un servizio volto a selezionare, raccogliere, controllare, trattare, conservare e distribuire latte umano donato da utilizzare per specifiche necessità mediche.

Può diventare donatrice una mamma che allatta, in buona salute, che abbia dato il suo consenso. Quest’ultima verrà invitata a presentarsi presso il reparto di neonatologia dell’Asl BI nei giorni di martedì e giovedì – dalle 15 alle 17 – con gli esami effettuati durante la gravidanza. Dopo il colloquio con il medico la mamma “arruolata” potrà estrarre il latte a domicilio ( con spremitura manuale, tiralatte elettrico o manuale) e consegnarlo poi in neonatologia dove di volta in volta le saranno forniti nuovi contenitori di raccolta.

Il latte umano, oltre che un alimento, è stato definito un sistema biologico. La peculiarità dei nutrienti, le componenti enzimatiche e ormonali, i fattori di crescita e antinfettivi lo rendono, infatti, un alimento unico e inimitabile. Numerosi studi hanno dimostrato i vantaggi, a breve e lungo termine, dell’utilizzo del latte umano nell’alimentazione del neonato, soprattutto se prematuro. Il latte materno è infatti un grande supporto per promuovere lo sviluppo neuromotorio, la tolleranza alimentare e per ridurre il rischio di infezioni.

Per eventuali dubbi o per ricevere ulteriori informazioni è possibile contattare i reparti di pediatria e neonatologia (015-15156906) o l’ostetricia e ginecologia ( 015-15157001).

Comunicato stampa ASL Biella

Condividi:

Commenti chiusi