Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

Piscina. Biella Nuoto, Anna Rivetti: “Per i nostri agonisti allenamenti fuori vasca e niente gare”

0

La riapertura della piscina comunale “Massimo Rivetti”, inizialmente prevista per il 16 settembre è slittata a data da definirsi. Oggi, su Eco di Biella, è comparso un articolo in cui si parla di una possibile (?) riapertura intorno a metà dicembre.

Ad oggi, le uniche certezze riguardano i molti malumori delle società sportive costrette a trovare un altro impianto o a sospendere le attività, nonostante il gestore (InSport) abbiamo provato a cercare e proporre soluzioni alternative. Anna Rivetti, presidente della “Biella Nuoto” lamenta i disagi che la chiusura del centro sportivo ha causato ai suoi atleti, in particolare alla squadra agonistica.

«Per noi settembre è un mese fondamentale, prima di tutto perché ci sono le iscrizioni alla nuova stagione – afferma Anna Rivetti -. Avevamo già mandato le comunicazioni ai genitori per la ripresa delle attività quando siamo venuti a sapere che la piscina non avrebbe aperto. Questa situazione va a discapito di tutti: allenatori e istruttori sono rimasti senza lavoro, i ragazzi della squadra agonistica non possono allenarsi e salteranno le competizioni di ottobre e novembre. Per il momento, il Comune ci ha messo a disposizione la palestra del PalaPajetta, ma ovviamente allenarsi fuori dall’acqua è tutta un’altra cosa. In particolare, noi, come società Biella Nuoto, siamo ulteriormente penalizzati in quanto la nostra segreteria si trova proprio all’interno della struttura, non abbiamo quindi neanche la possibilità di spiegare di persona ai nostri tesserati e alle famiglie cosa stia succedendo. In realtà, anche noi ci aspettavamo e ci aspettiamo una maggiore comunicazione, per conoscere lo stato dell’arte».

Immaginare degli agonisti del nuoto allenarsi fuori vasca è un po’ come pensare ad un fantino che non può salire a cavallo. Posto che i lavori in corso costituiscono sicuramente un quid pluris per l’impianto, sarebbe altrettanto importante avere delle certezze. Al momento, quindi, non possiamo fare altro che prendere per buona la notizia appresa stamattina da Eco per “bocca” di Gabriele Pivano, coordinatore biellese di InSport, nella speranza che le previsioni sulle tempistiche siano rispettate.

Isabel Ottino

Condividi:

Commenti chiusi