Phishing. Buoni spesa Esselunga su WhatsApp: solo una truffa, lo rende noto la stessa società milanese

0

Nei giorni scorsi molti biellesi hanno ricevuto sul proprio smartphone messaggi di WhatsApp apparentemente provenienti da Esselunga con la promessa di cospicui buoni spesa. Si trattava di una truffa, una delle tante riconducibili al triste fenomeno del cosiddetto phishing, ovvero quella pratica fraudolenta che consiste nell’invio di messaggi ingannevoli attraverso chat, app, o posta elettronica.

Messaggistica che, in realtà, ha il solo scopo di carpire ai malcapitati informazioni personali, dati bancari o, in alcuni casi, addirittura denaro.

Truffe con tutti i crismi, a ben vedere. In questo caso, è stata la stessa Esselunga ad avvisare forze dell’ordine e media a tutela della propria clientela. La società ha precisato anche che ogni iniziativa, concorso a premi o promozione viene diffusa e pubblicizzata esclusivamente attraverso i canali ufficiali Esselunga. Allo stesso tempo, la società con sede a Milano sottolinea che l’invio di questi messaggi esula dalle possibilità di controllo e verifica da parte della stessa.

Condividi:

Commenti chiusi