Pallavolo Femminile. Terzo sigillo di fila per il bonprix TeamVolley nel girone playoff: a Lessona finisce 3-0 contro CUS Collegno

0

Terzo successo consecutivo (il secondo di fila davanti al suo pubblico) per il bonprix TeamVolley nel girone playoff di Serie C. Ieri sera, a Lessona, le biancoblù di coach Fabrizio Preziosa hanno superato brillantemente l’esame CUS Collegno, al termine di una partita non certo facile, complicata anche dal gran caldo di questi ultimi giorni.

Un altro 3-0, che consolida le ambizioni della società, anche se ci sono ancora due “finali” da giocare, una delle quali, la prossima, in trasferta. Ieri sera Sara Gaito e compagne sono state sempre avanti nel punteggio, pur non riuscendo a scrollarsi di dosso un avversario davvero arcigno. Dopo i primi due parziali vinti, nel terzo il sestetto di casa ha rischiato di complicarsi la vita, non tanto per merito delle torinesi, quanto per una lunga serie di errori nel fondamentale della battuta. Nonostante questo, sul 20 pari, Letizia Gualinetti & C. sono riuscite a stringere i denti e a chiudere il match, dimostrando ancora una volta la loro proverbiale capacità di soffrire e di trovare il guizzo decisivo proprio nei momenti più difficili.

L’ultima frazione si apre con le ospiti per la prima volta in vantaggio, ma ci pensa Gualinetti a ristabilire immediatamente la parità. Punteggio ancora in equilibrio (2-2) a causa di uno dei rarissimi errori in battuta di capitan Sara Gaito, ma Peruzzo riporta avanti le sue. Zatta mette a terra il 4-2, ma un errore di Benni Daffara e un ace delle ospiti ristabiliscono la perfetta parità a 4. Si va avanti punto a punto fino al 10-6 propiziato da quattro tocchi di CUS. Levis segna l’ace del 13-7 e sembra che il bonprix TeamVolley possa finalmente scappare via, ma non è così. Collegno piazza un mini break di 3-0, poi ancora Gualinetti sigla il 14-10, ma le torinesi non si arrendono. Sul 14-12 (Benni Daffara mette in out una palla di seconda) e coach Preziosa ferma il tempo per parlare con la sua squadra.

Fase concitata della partita, la stanchezza comincia a farsi sentire sui due lati del campo, e il caldo non aiuta: errori da una parte e dall’altra, nella metà campo biancoblù è la battuta a creare grattacapi. Sul 18-14 lo staff di CUS spende un timeout, e da quel momento in poi il sestetto ospite, con pazienza e determinazione, rosicchia punti importanti. Gaito mette una fast in out e scrive sul tabellone il 20-20. Fabrizio Preziosa corre subito ai ripari fermando di nuovo il tempo e la sua ramanzina sortisce gli effetti desiderati. Il capitano si fa immediatamente perdonare mettendo giù una delle sue fast (21-20), ma Levis fallisce la battuta. Per fortuna ci pensa CUS, che con due attacchi sbagliati lancia il TeamVolley sul 23-21. Sono ancora le ospiti a farsi male da sole, ma il merito è anche della pressione biancoblù: la battuta out di Ndoye ragala il primo match point (24-22) al bonprix. Un muro di Zatta chiude il conto subito dopo.

«Abbiamo vinto contro una bella squadra, che ha dimostrato tutto il suo valore nonostante la giovane età – ha commentato coach Paolo Salussolia al termine del match –. Se da un lato è vero che noi siamo stati sempre avanti nel punteggio, dall’altro loro non hanno mai mollato, fino al 20 pari del terzo set, che è stata una specie di partita a sé. Un parziale difficile, pieno di errori da una parte e dall’altra, anche a causa del caldo. Noi abbiamo sbagliato davvero troppo sui fondamentali statici, vedi battuta. Detto questo, dopo aver rimesso un po’ d’ordine sul campo, siamo comunque riusciti a portarla a casa. Il rischio era quello di allungare la partita, che in queste situazioni non è mai una buona idea. Dobbiamo trovare un po’ di precisione in più perché sabato prossimo andiamo ad affrontare la Folgore in una palestra piccola e bassa. Loro sono una squadra che difende alla morte e se noi non siamo ordinati diventa un’impresa non solo difficile ma quasi impossibile. Dobbiamo fare meglio quello che sappiamo fare anche quando siamo sotto pressione, e cioè allungare gli scambi per accorciare la partita. Senza sbagliare per primi. Mai».

Le condizioni ambientali si sono rivelate una variabile di non poco conto, anche nelle parole di capitan Sara Gaito: «Non è facile giocare con questo caldo, e poi quella di stasera era una partita particolare: avendo perso male in casa loro durante la regular season, ci tenevamo moltissimo a riscattarci. Tutto sommato è andata bene lo stesso, anche se forse abbiamo faticato più del necessario. Abbiamo abbassato un po’ il livello di attenzione nel terzo set ma la cosa importante è aver conquistato i tre punti. Ora si riparte dallo zero a zero, perché ogni partita è una storia diversa, nella consapevolezza che la prossima gara in calendario sarà decisamente tosta. Dobbiamo rimanere unite e concentrate perché vogliamo a tutti i costi dire la nostra».

«Partita durissima – ha sottolineato Letizia Gualinetti. Nei primi due set siamo state brave noi, mentre nel terzo siamo state noi a complicarci la vita. Dobbiamo ancora migliorare tanto, soprattutto sul primo tocco, poi però siamo state di nuovo brave a riprenderci e a chiuderla. Merito anche del nostro coach che durante la settimana ci allena molto a gestire mentalmente le situazioni di stress. In ogni caso, devo ammettere che siamo molto contente, otto punti in tre partite sono un bel bottino. Ora dobbiamo restare unite perché sabato prossimo ci attende una vera battaglia, ma siamo molto cariche».

BONPRIX TEAMVOLLEY – SYNESTHESIA CUS COLLEGNO 3-0
Parziali: 25-22, 25-20, 25-22
TeamVolley: Daffara 4, Gualinetti 8, Peruzzo 6, Zatta 8, Biasin 3, Gaito 10, Biassolo ne, Levis 4, Barbonaglia ne, Loro Piana, Rastello ne, Boggiani ne, Cimma (L). Allenatore: Fabrizio Preziosa. Assistente: Paolo Salussolia.

 

Condividi:

Commenti chiusi