“Occhieppo siamo noi” a metà strada tra lista elettorale e cantiere sociale

0

“Occhieppo siamo noi” non è solo una lista elettorale che coniuga le due anime dell’attuale minoranza consiliare, è un vero e proprio “cantiere sociale”, una sorta di antica agorà in cui ognuno può contribuire con una richiesta, un suggerimento e – perché no – una critica al bene comune. A partire dall’omonimo sito internet.

Un punto molto importante del programma ma anche e soprattutto della discussione avviata in paese con l’ausilio degli strumenti social e del sito è il progressivo invecchiamento della popolazione, in bilico tra “problema” e “risorsa” per la collettività occhieppese. Lo studio è stato condotto da Franco Girelli e ha evidenziato un indice di anzianità pari a 253 (a fronte di un indice provinciale di 212, ndr), ovvero, per ogni ragazzo al di sotto dei 14 anni ci sono 2,53 over 65. In paese la percentuale di anziani, convenzionalmente definiti tali se over 65, raggiunge il 30% della popolazione e, considerando che la maggior parte di loro è attivo e autosufficiente, oggi costituiscono una risorsa ma domani avranno bisogno di una rete assistenziale tutta da costruire. A partire dalle strutture, importanti come il Cerino Zegna, che già sono presenti sul territorio.

“Quella di oggi non è la classica presentazione di una lista con nomi, ruoli, incarichi e poltrone. Ci sarà anche questo, ovviamente, ma alla fine di un percorso. Oggi nasce un modo diverso di approcciarsi alle problematiche amministrative, che va dall’analisi delle stesse all’individuazione delle opportunità attraverso la condivisione e la presenza sul territorio. Tutti avranno possibilità di partecipare. – assicura Osvaldo Ansermino, capolista e candidato sindaco di “Occhieppo siamo noi” – Si parte da un’esperienza amministrativa per abbracciare tutto il paese attraverso il dialogo e la capacità di ascolto. Vogliamo essere trasparenti, dire le cose come stanno. Partiamo dal presupposto di vivere in un contesto che ha delle peculiarità da analizzare e valutare”.

Sara Stoppa, consigliere comunale, ha spiegato che “i due gruppi di minoranza, il mio ‘Insieme per Occhieppo’ e quello di Carlo Pavignano hanno deciso di unirsi per mettersi a disposizione dei cittadini e condividere innanzitutto un progetto valido per il nostro paese”.

Condividi:

Commenti chiusi