“Natale al tempo del Coronavirus”, il libro di Paolo Barichello con gli scatti di Stefano Ceretti e i testi dei bambini delle scuole biellesi

0

Un libro che è un racconto per emozioni. Un po’ reportage fotografico, un po’ incanto e ingenuità. Gli scatti sono di Stefano Ceretti, e riprendono la creazione e poi l’installazione dell’opera “Covid-19” di Paolo Barichello al Museo del Territorio. Le parole, invece, dopo quelle formulate dagli adulti per presentare la pubblicazione, sono dei bambini delle scuole biellesi.

Un progetto fortemente voluto dai due assessorati, alla Cultura (guidato da Massimiliano Gaggino) e all’Istruzione  (Gabriella Bessone) del Comune di Biella per fermare nella memoria collettiva istantanee di immagini e pensieri che tra vent’anni saranno solo un ricordo, più o meno sbiadito, di un tempo andato.

D’altra parte, questo sono i libri: scrigni preziosi, che contengono memorie, a beneficio del domani e di chi lo abiterà.

Ecco quindi che il Natale del 2020, senza eventi e manifestazioni a causa della pandemia, diventa memoria. La pubblicazione si intitola “Natale al tempo del Coronavirus”. La raccolta di fotografie e testi è stata presentata oggi nella Sala consiliare di Palazzo Oropa. Si tratta di una pubblicazione stampata in 300 esemplari realizzata anche con l’intento di destinare una parte del ricavato ai tre Istituti comprensivi del capoluogo che sono stati coinvolti nel progetto.

«Il mio desiderio più grande – ha commentato Paolo Barichello durante la conferenza stampa – è quello di poter comunicare direttamente con le persone che entrano in contatto con i miei lavori. E devo ammettere che mi piace essere “usato” dalla mia città, perché in questo modo le mie opere rimangono vive nel tempo. Anche nelle pagine di questo libro. Ringrazio quindi l’Amministrazione comunale dalla quale ho ricevuto un appoggio completo e inaspettato».

Nel giro di qualche giorno verranno comunicate le modalità di acquisto della pubblicazione presentata oggi.

Condividi:

Commenti chiusi