Mongrando. Utenze domestiche, in Consiglio comunale la mozione per 50 litri d’acqua gratis pro capite al giorno

0

Verrà discussa in Consiglio comunale il 18 febbraio prossimo la mozione depositata lunedì scorso 4 febbraio, che “impegna” il sindaco Antonio Filoni e la sua giunta perché provvedano alla modifica di regolamenti e contratti in essere con l’attuale gestore del servizio idrico per garantire 50 litri di acqua gratuita al giorno per ogni componente del nucleo familiare.

La mozione reca in premessa quanto dichiarato dall’ONU del 2012 e cioè che l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari è un diritto fondamentale dell’essere umano. Peraltro il Comune di Mongrando, con deliberazione n. 32 del 27 Novembre 2017 ha approvato il nuovo Statuto Comunale che all’articolo 7 recita: “Il Comune Di Mongrando tutela l’accesso all’acqua affermando il principio della proprietà pubblica di questo bene comune come risorsa da utilizzare secondo criteri di solidarietà e principi di efficienza, efficacia ed economicità. Il rispetto di tali criteri e principi è finalizzato a garantire un ambiente sostenibile e un servizio idrico di qualità per i cittadini, privo di rilevanza economica”.

Anche il Parlamento, con l’approvazione della legge n. 221 del 28 dicembre 2015, ha introdotto, per la prima volta nell’ordinamento dello Stato il principio del diritto inviolabile della persona ad un quantitativo minimo di acqua, definito come vitale e in quanto necessario al soddisfacimento dei bisogni Fondamentali.

A tutto ciò si aggiunga che Mongrando ospita una delle dighe più imponenti del Biellese e Vercellese ed è attraversato da due torrenti e da ben quattro piccoli corsi d’acqua.

Condividi:

Commenti chiusi