Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

L’assessore Max Gaggino “mostra i muscoli” e i partners di #ADBiella ne congelano l’attività

0

E niente, non ce la fanno proprio. Ci si è messo anche Massimiliano Gaggino, assessore all’Innovazione tecnologica che, nonostante l’esperienza accumulata nel quinquennio della giunta Gentile, è riuscito a fare strabuzzare gli occhi a tutti i partner dell’Agenda Digitale del Comune di Biella.

Risultato? FERMO LAVORI. Almeno fino al 16 dicembre, quando i sottoscrittori del Patto del Battistero torneranno a sedersi intorno allo stesso tavolo per capire il da farsi. Ma pare che i malumori siano davvero tanti. Per l’atteggiamento di Gaggino…

Lunedì scorso 25 novembre si è riunito il Comitato di coordinamento per procedere, tra l’altro, all’elezione del nuovo presidente di AD (e del direttivo), visto che quello attuale, Fulvia Zago, ex assessore della giunta Cavicchioli, è in scadenza di mandato.

L’incontro si è aperto con la relazione/rendicontazione sull’andamento dell’attività di Agenda Digitale, in omaggio al principio di trasparenza che ha sempre contraddistinto l’attuale dirigenza. Poi, dopo alcuni interventi, ha preso la parola l’assessore Gaggino che si è dichiarato poco (se non per nulla) soddisfatto del lavoro svolto da AD e ha affermato di voler impostare diversamente la progettualità, puntando su eventi e altre attività “concrete”, come se, a titolo puramente esemplificativo, i corsi per la digitalizzazione degli over 55 organizzati da AD, la formazione interaziendale, il piano telematico scolastico e lo sportello unico delle attività produttive non fossero sufficientemente concreti…

Il tutto senza nemmeno considerare (o sapere?) che l’accordo di programma quadro sottoscritto dai vari attori che si riconoscono sotto il cappello del Patto del Battistero non è un atto di indirizzo politico, ma tecnico. Che prevede azioni come la digitalizzazione, l’attrattività e quanto elencato poco nel capoverso precedente.

Ergo, non è il Comune di Biella a dettare l’agenda… dell’Agenda (Digitale).

Tutti gli alti partner di #ADBiella (Agenzia Piemonte Lavoro, Asl Bi, Banca Sella, bonprix, Camera di Commercio, Fondazione CRB, CNA Biella, Fondazione Tempia, SBIR, solo per citarne alcuni), sbugiardando il buon Max Gaggino e lasciandolo col cerino in mano, si sono al contrario dichiarati soddisfatti dell’attività svolta e dei risultati raggiunti.

In conclusione, tanto per mostrare una volta di più i muscoli, cosa che questa giunta sembra fare ogni qualvolta si provi a contraddirla, l’assessore Gaggino ha avanzato la sua candidatura alla presidenza del dopo Zago.

Quindi, qual è stato lo straordinario risultato ottenuto (anche in questo frangente) dall’Amministrazione Corradino per mano dell’assessore Gaggino? Non solo non è stato rinnovato il direttivo, ma i partner di AD hanno congelato la loro partecipazione all’accordo di programma quadro fino a quando il Comune di Biella non scioglierà le sue riserve.

Se ne riparla a metà dicembre. Intanto le figuracce della giunta Corradino cominciano a non stare più sulle dita di una sola mano…

Condividi:

Commenti chiusi