Ginnastica Ritmica. Esordio fra le big di Serie C per le biellesi della Pietro Micca

0

Domenica scorsa 2 maggio le ginnaste della Pietro Micca sono sbarcate a Padova e hanno calcato per la prima volta l’importante pedana della Serie C di Ginnastica Ritmica.

Quattro ragazze, quattro atlete direttamente dal vivaio Pietro Micca, che da anni si impegna per lavorare con i talenti del territorio. Francesca Bocchino veterana della squadra (classe 2006), Giulia Cruciani (classe 2008), Margherita Nelva (classe 2008) e Sophie Rizzo (classe 2008).

Emozioni alle stelle per le quattro atlete che hanno presentato i loro cavalli di battaglia, accompagnate da Marta Nicolo, direttrice tecnica, e Irina Liovina, tecnica federale. Senza indugi sono le prime a calcare la pedana la domenica mattina e ad aprire la gara senza il minimo di esitazione, portando alto il nome della società.

In partenza, l’instancabile Francesca Bocchino al cerchio, attrezzo di punta della giovane ginnasta, che più volte si è dimostrato vincente. Infatti, Francesca non delude le aspettative e apre la gara con convinzione ed eleganza, dimostrando che, nonostante le difficoltà dell’anno passato, la sua passione per questo sport non fa che aumentare e così la sua destrezza e bravura.

Un’esecuzione splendida per la ginnasta, che commette solamente un piccolo errore alla fine dell’esercizio, ma la conferma del corpo di giuria non si fa di certo aspettare e Francesca guadagna uno dei punteggi più alti al cerchio, facendo subito salire di posizioni la squadra.

Segue la giovane Sophie Rizzo che ritorna a calcare la pedana dopo un durissimo anno. Si presenta con il suo programma alla palla, su una musica dolce ma decisa, che rappresenta molto bene il carattere dell’atleta. L’emozione di Sophie per il ritorno in pedana e l’importanza della gara si percepisce anche a distanza, ma questo non le impedisce di rimanere molto concentrata. Dimostra tutto il suo coraggio e conclude la sua esibizione nel migliore dei modi, guadagnando un ottimo punteggio alla palla, aggiungendolo a quello della compagna.

La squadra passa il testimone alla scoppiettante Giulia Cruciani che presenta davanti alla giuria padovana il suo gioiello, l’esercizio alle clavette. Un elemento che non manca mai nelle esecuzioni di Giulia è l’energia: anche a Padova splende sulla pedana e dimostra tutti i miglioramenti maturati in questo ultimo anno, per la soddisfazione delle allenatrici.

Le clavette di Giulia dimostrano di essere ancora una volta il suo pezzo forte: la giovane atleta si porta a casa un’esecuzione soddisfacente con una piccola sbavatura iniziale, ma che le permette comunque di guadagnare ottimi punti per la sua squadra.

Conclude la gara per la Pietro Micca l’immancabile Margherita Nelva, che si presenta nella città veneta con la sicurezza di una veterana, presentando senza paure il suo difficile programma al nastro. Atleta che nell’ultimo anno ha dimostrato progressi immensi, guadagnandosi senza fatica il suo posto fra le big, dimostra anche sulla difficile pedana di domenica le sue grandi capacità.

Si esibisce nella sua composizione al nastro, veloce allegra e soprattutto complessa, portandosi a casa difficoltà dopo difficoltà una soddisfacente esecuzione. Il punteggio della giovane non si fa attendere e si somma a quello delle compagne, concludendo la gara nel migliore dei modi.

Grande la soddisfazione delle tecniche presenti Marta Nicolo e Irina Liovina e dalle tecniche da casa Elisabetta Rosso e Federica Mercandino, che vedono il grande lavoro delle ginnaste concretizzarsi in un’ottima quindicesima posizione a termine della gara.

«Arrivare a partecipare a una competizione importante come la Serie C con le proprie forze e le ragazze che si crescono da anni è un’immensa soddisfazione, sia per noi sia per le atlete, che vedono i propri sogni pian piano farsi reali e il duro lavoro essere ripagato con i complimenti degli addetti ai lavori», commenta la direttrice tecnica Marta Nicolo di ritorno a casa.

Il prossimo obiettivo per le ginnaste della Pietro Micca sono i nazionali di Rimini a fine giugno, evento per cui piccole e grandi si stanno già preparando da tempo con passione e determinazione.

c.s.

Condividi:

Commenti chiusi