Emergenza Covid-19. Biella: il sindaco Corradino chiama “alle armi” commercianti, farmacie e privato sociale

0

Il Comune di Biella chiama a raccolta i piccoli esercenti, i commercianti, le farmacie e il privato sociale per attivare una rete virtuosa di aiuto a favore delle persone anziane e malati cronici, con priorità a chi è in carico ai Servizi sociali ma anche per tutti coloro che non possono contare sulla rete familiare a causa delle restrizioni negli spostamenti (ad esempio parenti in quarantena).

È il primo provvedimento a seguito della decisione da parte del sindaco Claudio Corradino di attivare il centro operativo della Protezione civile (Coc) che affronterà attività inerenti sanità, volontariato, assistenza alla popolazione e polizia locale.

È stata avviata una MANIFESTAZIONE DI INTERESSE aperta a esercenti, commercianti, farmacie e privato sociale per prestare la propria attività a domicilio, con consegna dei beni effettuata a carico del volontari della Protezione civile qualora non fosse possibile attivare il servizio con i propri operatori. Le manifestazioni di interesse possono pervenire via mail a p.civile@comune.biella.it. Tutti gli interventi richiesti dovranno essere erogati con l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza necessari a garantire la propria e l’altrui incolumità (guanti e mascherine di protezione). Si evidenzia che il costo della spesa, dei farmaci e di eventuali interventi di igiene personale saranno a carico del richiedente.

La manifestazione di interesse è avviata in deroga alle disposizioni regolamentari vigenti e non sarà richiesto l’indicatore della situazione economica per accedere alle prestazioni, ma in base alla valutazione professionale del bisogno rappresentato dall’assistente sociale preposto al COC.

Per ulteriori informazioni, occorre fare riferimento al numero di telefono 015.8554511 dalle 8 alle 20, 7 giorni su 7, fino al 3 aprile.

Comunicato stampa Comune di Biella

Condividi:

Commenti chiusi