Derubato imprenditore della Valle Elvo, bottino da oltre 20mila euro

0

Continua implacabilmente ad allungarsi la striscia di furti in abitazione nel Biellese. Nella giornata di martedì 5 febbraio scorso è stato preso di mira il comune di Muzzano, dove sono stati segnalati due furti in altrettante case, una accanto all’altra. Entrambe le denunce sono state raccolta dai carabinieri di Netro, competenti per territorio. Nel primo caso si tratta di un imprenditore del 1960 che ha subito un danno di circa 20mila, tra monili in oro, un Rolex e un altro orologio di valore. L’abitazione non sembra fosse provvista di sistema d’allarme. I malviventi si sono introdotti all’interno forzando una porta-finestra. Nel secondo caso, praticamente con le stesse modalità, i topi d’appartamento hanno rubato monili in oro del valore di circa 1500 euro.

Altri due colpi andati a segno sono stati denunciati a Gaglianico: il primo è stato denunciato in via Fiorita, anche se in questo caso la refurtiva è di scarso valore, solo una stecca di sigarette e due bracciali in acciaio. A chiedere l’intervento dei militari dell’Arma, intorno alle 21, è una donna del 1963. Sempre nello stesso Comune, in via Felice Trossi, tra le 19 e le 23 di martedì 5 febbraio, ignoti si sono introdotti in un’altra abitazione e, dopo aver rovistato in tutte le stanze, hanno asportato monili in oro e denaro contante per un valore ancora da quantificare. In questo caso a comporre il 112 è stato un uomo del 1978.

Non solo abitazioni ma anche mezzi pubblici. Un autista di un autobus di linea, classe 1979, residente a Cossato, ha denunciato il furto del suo portafoglio che aveva lasciato all’interno della giacca, appoggiata sul sedile accanto a quello di guida. Il danno ammonta a 60 euro in contanti.

Nella giornata di ieri, mercoledì 6 febbraio, invece, intorno alle 13.30, padre e figlio si sono recati presso la caserma dei carabinieri di Biella per denunciare il furto di uno scooter KTM 125. Il ragazzo, uscito da scuola poco prima, non ha più ritrovato il mezzo che aveva parcheggiato al mattino in prossimità dell’istituto.

 

Condividi:

Commenti chiusi