Dal Biellese. Topi d’appartamento all’opera anche nel weekend

0

Nella giornata di ieri, sabato 23 febbraio, sono stati denunciati diversi furti nel Biellese. Da Salussola a Cerrione, fino a Roppolo.

Salussola. Ignoti tra le 17.40 e le 19.40, dopo aver forzato la porta d’ingresso dell’abitazione al primo piano di una palazzina, hanno asportato circa 800 euro in denaro contante oltre ad alcuni monili in oro. A richiedere l’intervento dei carabinieri è stata la padrona di casa, una donna del 1952. Il danno, in via di quantificazione, non è coperto da assicurazione. L’abitazione era sprovvista sia di allarme che di telecamere.

Ripulito l’appartamento di cui appena riferito, i malviventi si sono introdotti anche nell’abitazione sottostante e dopo aver forzato l’ingresso principale hanno rubato una PlayStation e un decoder portatile. Il danno, ancora da quantificare, non è coperto da assicurazione. Come per l’appartamento posto al piano superiore, anche quello al piano terreno non è provvisto di allarme o telecamere di sorveglianza. A denunciare il furto subito è stata una donna del 1988.

Cerrione. In questo caso il richiedente è un uomo del ’56, che ha chiamato il 112 per segnalare di aver patito un furto nella propria abitazione, tra le 18.40 e 19.45. Dopo un primo sopralluogo del proprietario e dei militari dell’Arma, è stato riscontrato l’ammanco di monili in oro per circa 1000 euro. Danno non coperto da assicurazione e appartamento privo di allarme.

Roppolo. Un uomo del ’74, residente in via Castello, rientrato a casa intorno alle 22, ha trovato una brutta sorpresa. Porta di ingresso forzata e abitazione a soqquadro: dai primi accertamenti sembra che siano stati asportati monili in oro per un danno non ancora quantificato. I carabinieri intervenuti sul posto hanno riscontrato anche in questo caso l’assenza di antifurto e telecamere.

Infine, a Mongrando è stato segnalato un tentativo di furto non riuscito.

Condividi:

Commenti chiusi