Cossato. Asfaltature della discordia dopo la pandemia: per Orsalla di Confesercenti “c’è un abisso tra amministratori e realtà”

0

Quando, dopo oltre un anno di pandemia, ci si mette anche l’Amministrazione comunale con decisioni quantomeno discutibili (piano asfaltature e conseguenti chiusure delle strade interessate), per il mondo del commercio, e della somministrazione, in questo caso, diventa davvero dura come il ferro.

È di questa mattina il comunicato stampa diffuso da Confesercenti del Biellese, a firma Michele Orsalla, presidente Fiepet (Federazione italiana esercenti pubblici e turistici), per quanto sta accadendo in quel di Cossato.

Riportiamo integralmente, qui di seguito, il comunicato stampa.

Apprendiamo, un po’ sbigottiti, di una decisione a dir poco “peculiare” che avrebbe preso l’amministrazione di Cossato, evidentemente seguendo un piano di lavori, per cui la Via Amendola sarebbe stata riasfaltata in
questi giorni, proprio in coincidenza con le riaperture (prevedibili) e proprio di fronte ad un ben visibile esercizio di somministrazione.

Esso oggi, quando finalmente si può provare a tornare al respiro, per quanto ancora affannato, si trova ancora vincolato a misure che ne impongono il fermo, e ancora una volta si buttano soldi per riorganizzarsi, si richiama il personale (anch’esso stremato) e si cerca un sorriso per accogliere gli ospiti.

Ancora una volta a vuoto, bloccati da un assurdo, e sempre più coscienti dell’abisso che separa la realtà, dalla sua percezione ai tavoli decisionali.

Ci aspettiamo che l’amministrazione colga il nostro appello, e riveda il piano con grande rapidità, così da trovare una linea di compromesso (sarebbe stato più semplice trovarla prima), e permettere a questo
esercizio di operare.

Condividi:

Commenti chiusi