Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

Biella. Minoranza consiliare PD contraria al nuovo supermercato di via Carso: “Corrispettivo modesto”

0

La convocazione del Consiglio comunale di lunedì 30 settembre riporta, come sempre, anche l’ordine del giorno in discussione. Al punto 6 c’è una proposta di delibera consiliare che reca “Urbanistica – Intervento edilizio in via Carso – Autorizzazione alla edificazione a distanza inferiore a quella prevista dal Regolamento edilizio e concessione si servitù volontaria di passaggio a favore della Società NORD OVEST IMMOBILIARE S.R.L. – Approvazione degli elementi essenziali ed irrinunciabili della convenzione”.

Ecco, questo è il “tema del contendere”. A questa proposta dell’Amministrazione Corradino, ha risposto la minoranza consiliare del PD con un comunicato stampa a firma dell’ex sindaco di Biella, Marco Cavicchioli. Ne riportiamo integralmente il testo.

Il gruppo consiliare del PD manifesta la propria contrarietà alla delibera che la giunta presenterà al prossimo Consiglio comunale per consentire ad un privato la realizzazione di un sedime di passaggio e di un parcheggio sul terreno sul quale attualmente è presente l’area cani di via Carso, al solo fine di garantire condizioni migliori per la costruzione di un supermercato.

Si tratta di un’operazione, non per caso respinta dalla precedente maggioranza, che comporta l’edificazione di nuove volumetrie nonché l’abbattimento di piante e la chiusura di un’area cani di recente realizzazione con il contributo di tanti volontari, senza che vi sia un vantaggio consistente per la Città di Biella, che avrebbe bisogno di diminuire le volumetrie presenti nel tessuto urbano anziché realizzarne di nuove.

Anche la somma prevista quale corrispettivo per la costituzione della servitù di passaggio appare francamente modesta a fronte dell’operazione che si prospetta. Il gruppo consiliare del Partito Democratico si oppone pertanto all’approvazione di questa delibera auspicando che in consiglio vi possa essere un dibattito articolato e un voto volto a garantire il rispetto del principio consumo suolo zero nonché a evitare il deprezzamento del terreno di proprietà del Comune con la costituzione di una
servitù di passaggio a tutto vantaggio di un soggetto privato.

Condividi:

Commenti chiusi