Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

Biella. La giunta Corradino differisce al 30 settembre l’acconto IMU per le attività economiche in difficoltà

0

Novità in arrivo per le attività economiche finite in difficoltà a causa dell’epidemia da Coronavirus. Durante la seduta di giunta, riunita nel pomeriggio di oggi, l’Amministrazione Corradino ha deciso di differire al 30 settembre l’acconto della prima rata IMU (Imposta municipale propria) per la parte di competenza comunale.

Inizialmente l’acconto della prima rata aveva scadenza 16 giugno. I contribuenti interessati dal provvedimento sono coloro che hanno registrato effettivamente difficoltà economiche nel periodo dell’emergenza e nel dettaglio per attività industriali, artigianali, commerciali e professionali che hanno visto l’interruzione della propria attività lavorativa.

Condizione essenziale è che vi sia coincidenza tra il soggetto passivo dell’imposta e il soggetto titolare dell’attività svolta.

Per le categorie sopra citate la prima rata viene perciò differita dal 16 giugno al 30 settembre senza applicazioni di sanzioni e interessi, mentre la seconda rata valevole come saldo resta da versare come all’origine entro il 16 dicembre.

Il differimento è reso possibile dall’apposito Regolamento Imu del Comune di Biella. I contribuenti che decideranno di usufruire dell’agevolazione contenuta nella delibera approvata oggi dovranno, con termine di scadenza 31 ottobre, compilare un apposito modulo che sarà predisposto dall’Ufficio Tributi del Comune di Biella e pubblicato nell’area “Imposte, tariffe e finanze” sul portale Internet dell’ente già nei prossimi giorni.

«In attesa di conoscere le decisioni che vorrà assumere il Governo – spiega l’assessore al Bilancio Silvio Tosi -, con questo atto di giunta il Comune di Biella provvede per quanto di sua competenza a differire i termini di pagamento per quelle attività economiche finite effettivamente in difficoltà per via dell’emergenza sanitaria. Non potremo derogare oltre il 30 settembre, per non gravare in modo significativo sulla situazione finanziaria del Comune. Ma questo è comunque un ulteriore aiuto che arriva da questa Amministrazione. A brevissimo gli uffici predisporranno l’apposito modello che sarà possibile presentare fino al 31 ottobre».

Comunicato stampa Comune di Biella

Condividi:

Commenti chiusi