Biella. La Funicolare continua a fare le bizze: “gentiliani” interrogano il sindaco Corradino

0

Una nuova interrogazione al sindaco di Biella Claudio Corradino è stata recapitata oggi dal Gruppo consiliare che fa capo a Dino Gentile. Dopo quelle sulla discarica di Salussola e sulla delicata questione del “buco” di Seab, il nuovo quesito che i consiglieri di minoranza pongono al primo cittadino riguarda la Funicolare. Che con l’avvicinarsi del Natale – impressionante la puntualità quasi svizzera – ha ricominciato a fare le bizze.

Ecco perché, come si legge nel testo dell’interrogazione, i gentiliani (li ha ribattezzati così lo stesso sindaco Corradino) si chiedano: “1) se il Sindaco di Biella abbia esattamente la misura delle parole quando afferma ‘che l’impianto si fermi ogni tre mesi può starci, anche se non sarebbe giusto’, che è esattamente quanto sostenuto dall’ex sindaco Cavicchioli valutando pro e contro della sua scelta di modifica all’impianto funicolare; 2) se in caso di ‘congelamento’ del pagamento delle fatture emesse dalla Maspero Elevatori vi sia certezza di essere nel giusto in caso di ricorsi da parte della ditta di Como; 3) quali misure concrete intenda adottare il Sindaco Corradino per dare soluzione ‘definitiva’ al problema funicolare/ascensore, saldando un debito elettorale assunto come primo atto e dovere di impegno nei confronti dei cittadini di Biella”.

L’ultimo disservizio dell’ascensore inclinato, come da molti viene sarcasticamente additata la storica Funicolare che collega Biella Piano a Biella Piazzo, risale a domenica 1 dicembre, ed è stato prontamente segnalato da Benni Possemato, ex consigliere comunale e conosciutissimo titolare del Ristorante “La Civetta”. Il locale, proprio a causa del guasto, è rimasto chiuso, con un conseguente e comprensibile danno economico per l’esercente.

Le richieste di chiarimento del Gruppo consiliare afferente a Dino Gentile fanno leva anche sul fatto che la soluzione “definitiva” dei problemi all’impianto era stata una dei cavalli di battaglia della campagna elettorale poi vinta dall’attuale sindaco di Biella.

A questo proposito, si legge infatti nel documento: “Durante la scorsa campagna elettorale Claudio Corradino ha pesantemente criticato le scelte amministrative di Cavicchioli, in primis quella di aver impropriamente trasformato la “funicolare” in “ascensore”, immaginando risparmi economici che di fatto si sono rivelati anche un boomerang politico. Sempre in campagna elettorale, lo stesso Corradino ha più volte affermato che, in caso di vittoria, avrebbe messo al primo posto del proprio impegno la soluzione della ‘grana’ funicolare”.

A questo punto, per conoscere il pensiero di Claudio Corradino sulla partita-Funicolare, non resta altro da fare che aspettare il Consiglio comunale di domani pomeriggio, venerdì 20 dicembre.

Condividi:

Commenti chiusi