Biella. La fiaccolata dell’ANPI in centro: momento di riflessione sul passato, ma anche su quanto accade in Ucraina (video)

0

Un centinaio di biellesi si sono dati appuntamento davanti a Villa Schneider per la tradizionale fiaccolata della Liberazione organizzata dall’ANPI provinciale. Poco dopo le 20.30 di ieri sera, domenica 24 aprile, adulti e bambini hanno sfilato per le vie del centro storico di Biella in ricordo di chi, a costo della vita, ha combattuto il nazifascismo, fino al giorno della Liberazione, appunto.

Forse gli organizzatori dell’ANPI si aspettavano una partecipazione maggiore, ma è anche vero che molti biellesi, proprio nella giornata di ieri, hanno preso parte alla Marcia della pace, la Perugia-Assisi, e di conseguenza, anche volendo, non avrebbero fatto in tempo a rientrare per accodarsi al corteo che ha toccato i punti della città in cui durante il Secondo conflitto mondiale si sono verificati gli episodi più efferati per mano dei nazifascisti: su tutti, piazza Martiri della Libertà e San Cassiano.

Un’occasione, quella della fiaccolata, che resta importante momento di commemorazione e riflessione, a maggior ragione in un periodo storico come quello che stiamo attraversando: la guerra in Ucraina, alle porte della nostra Europa, segna purtroppo la fine di un lungo periodo di pace, e presta il fianco, al contrario, ad un futuro gravido di incognite.

 

Condividi:

Commenti chiusi