Biella. Il Movimento 5 Stelle perde il suo unico consigliere comunale: Rocco Botta entra nel “Gruppo misto”

0

Gli esiti dell’ultima tornata elettorale per le Comunali non c’entrano nulla, anche se decisamente poco lusinghieri per il Movimento fondato da Beppe Grillo e Roberto Casaleggio. La decisione era già nell’aria da tempo, e non afferisce ai rapporti interni, almeno sotto il Mucrone. Rocco Botta (foto sotto), già subentrato per surroga all’ex candidato sindaco Giovanni Rinaldi, non si sentiva più rappresentato dal M5S per una serie di scelte non condivise a livello nazionale.

L’ex grillino, biellese d’adozione, ha così preferito avere le mani libere dalle logiche di partito, senza rimettere in discussione la sua appartenenza politico-amministrativa agli schieramenti di opposizione. In poche parole, non ha cambiato casacca, nessun salto della quaglia, come si dice in gergo, è semplicemente approdato al “Misto”. Un Gruppo che in Consiglio comunale, prima della sua risoluzione, non esisteva nemmeno. O meglio, esisteva sulla carta ma non vantava alcun rappresentante all’interno dell’Assemblea di Palazzo Oropa.

«In realtà la mia decisione risale all’epoca della caduta del Conte 2 – spiega a Bi.T l’ex consigliere comunale del M5S Biella –. Ho aspettato per capire cosa sarebbe successo e mi sono accorto che il Movimento si è evoluto in maniera difforme da quella che era l’idea iniziale. Non ho condiviso alcune scelte compiute a livello nazionale, ma resto comunque un consigliere comunale della mia città, con tutto ciò che questo comporta in termini di presenza e di responsabilità. La mia intenzione non è quella di tradire il voto dei concittadini biellesi che mi hanno accordato la loro preferenza, voglio piuttosto sentirmi più libero rispetto ad uno schieramento politico che, sulla base di una mia sensibilità personale, non mi rappresenta più. Inoltre, come si è giustamente ricordato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, ognuno di noi consiglieri, a ben vedere, non rappresenta solo chi lo ha votato, ma la collettività nel suo insieme. Quindi resto a disposizione di chiunque vorrà rivolgersi a me come portatore di proposte e istanze all’interno dell’Assemblea cittadina».

Nessuna frattura, dunque, con gli ex colleghi del Movimento biellese, anzi: «Per me tutti i membri del Movimento 5 Stelle Biella restano degli amici. Ho esposto le mie perplessità sull’azione politica del Movimento a livello nazionale nel corso di un paio di riunioni, al termine delle quali ho comunicato la mia decisione di lasciare il Gruppo consiliare. Forse non tutti hanno condiviso la mia scelta, ma sicuramente l’hanno compresa. I rapporti tra di noi restano distesi e collaborativi nell’esclusivo interesse della comunità locale alla quale apparteniamo».

Nel tardo pomeriggio di martedì scorso, Rocco Botta ha comunicato ai media locali il suo intendimento per il tramite di un breve comunicato stampa. “Dopo essermi candidato con la lista del Movimento 5 Stelle alle ultime elezioni amministrative del Comune di Biella, sono entrato quasi subito in Consiglio a seguito delle dimissioni dell’amico Giovanni Rinaldi, già candidato sindaco. In questi due anni e mezzo ho regolarmente presenziato ai Consigli comunali e alle riunioni delle diverse commissioni, quale unico rappresentante del Movimento a Palazzo Oropa. Il mio contributo al dibattito politico è stato sempre onesto e sincero, nell’esclusivo interesse della nostra comunità cittadina. A quasi metà mandato, oggi assumo – senza alcuno spirito di polemica – la decisione di uscire dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, optando per il Gruppo Misto”.

“Questo – aggiunge – mi permetterà di agire, sempre su mandato di chi mi ha voluto dare diretta fiducia con la preferenza elettorale, con maggior libertà, pur mantenendomi coerentemente nell’area di opposizione. Non dimentico e ringrazio pubblicamente le persone autorevoli che a suo tempo mi hanno dato l’opportunità di candidarmi con il Movimento, da Giovanni Rinaldi agli altri amici del Movimento 5 Stelle, ma da oggi intendo agire in piena autonomia nell’ambito del Consiglio comunale, relazionandomi sempre in modo costruttivo con i gruppi di minoranza”.

Condividi:

Commenti chiusi