Biella. Dopo due anni di mandato la giunta Corradino fa la spunta di ciò che è stato fatto (50 azioni) e di ciò che manca all’appello

0

A cavallo di un 2020-2021 contraddistinto e ampiamente reso complicato dalle chiusure totali per via di lockdown e pandemia, l’Amministrazione della Città di Biella completa un secondo anno di mandato con una lunga serie di azioni intraprese. Esattamente due anni fa oggi, il 9 giugno del 2019, il ballottaggio vedeva la vittoria alle urne del sindaco Claudio Corradino e qualche settimana dopo l’entrata in carica della nuova giunta.

Come avvenuto lo scorso anno, la giunta Corradino pubblica un report contenente 50 tra le iniziative più significative intraprese negli ultimi 12 mesi per lo sviluppo della città e a favore della cittadinanza. Per il sindaco Corradino è tempo di bilanci: «Il documento che divulghiamo è lo specchio di un’Amministrazione che mostra segni di vitalità e presenza. Si può sempre discutere sulle scelte e sulle modalità, ma nessuno può obiettare se dico che ci stiamo mettendo la faccia per provare a migliorare la nostra città. Dopo la situazione ereditata, negli aspetti positivi e negativi, c’è ancora tanto da fare e abbiamo un triennio davanti per concretizzare ciò che stiamo seminando: tanto abbiamo fatto, ma dobbiamo ancora mostrare la vera impronta che vogliamo dare alla nostra città».

Il report vuole fare emergere le azioni concrete, in attesa dei nuovi progetti: «Elenchiamo i fatti, consapevoli che ci sono altri temi impellenti – continua il primo cittadino -. Da amministratore di lunga data dobbiamo tassativamente dare una svolta su manutenzioni del verde, miglioramento asfalti e maggiore pulizia degli spazi pubblici. Ma ci arriveremo». Come a breve ci saranno tante altre novità: «Questione di qualche settimana e siamo pronti per pubblicare il bando di gara a valenza europea per la gestione del Forno Crematorio, in estate arriveranno nuovi cubetti a partire dalla rotonda tra via Lamarmora e via Garibaldi, mentre la prossima settimana trasformeremo piazza Duomo in un suggestivo teatro all’aperto che sarà un inno alla cultura e alla ripartenza dopo questo difficile periodo».

Tra i passaggi più ambiziosi del report, il completamento dei progetti e l’adesione al bando di “Rigenerazione urbana”, con Biella in corsa per 20 milioni di euro: «Difficilmente porteremo a casa la somma massima – afferma il sindaco Corradino -, ma noi ci crediamo, con progetti che nel corso degli anni potrebbero cambiare il volto della città. Come abbiamo i fondi pronti per ristrutturare lo stadio e la pista di atletica e i 500mila euro con cui sempre in estate asfalteremo 19 tratti di strade comunali».

Nonostante lo sforzo rivolto al sociale e alle scuole per gli aiuti alle famiglie e alle imprese in tempo di coronavirus (rette asili, voucher centri estivi, sconto Tosap sui dehors, fondone-Covid a sostegno delle tariffe Seab, gestione e distribuzione buoni spesa), Cultura e Sport forniscono lo spaccato di una città che vuole rinnovarsi e aprirsi.

Quattro eventi sportivi in dodici mesi di impatto: Giro d’Italia, internazionali Città di Biella di tennis, mini-ritiro serie A del Torino, candidatura a Comunità Europea dello Sport. E le manifestazioni: apertura mostra virtuale Monet+Van Gogh, Biella Estate con stagione teatrale ed eventi in piazza, sviluppo calendario Biella per Dante.

I dodici mesi hanno visto anche importanti riconoscimenti per la città: come il titolo di Città Alpina 2021 e la nascita dell’Associazione Biella Città Creativa Unesco.

«Avremo tralasciato sicuramente tante altre cose fatte e sappiamo che dobbiamo portarne a termine tante altre – conclude Claudio Corradino -, ma cerchiamo di affrontare tutte le questioni: dal reperimento fondi per il futuro delle funivie, ai 51 stalli gratis al nuovo ospedale, passando da aspetti più semplici come i parcheggi blu gratis a Natale e nei sabati di luglio. Senza scordare il 30% di sconto degli impianti per le associazioni sportive, o ancora l’avvio della nuova pulizia strade sperimentale. E ancora avremo una piazza Vittorio Veneto rinnovata e come sapete spero presto di mostrare una svolta sull’asse di via Carso che ritengo strategico per ridare impulso alla città. Si può migliorare, ma noi ci siamo».

Ecco di seguito il report completo.

Comunicato stampa Città di Biella

Condividi:

Commenti chiusi