Biella. Amministrazione “smart” semplifica la vita dei cittadini: si butta su Telegram e lancia il suo “bot”

0

Un nuovo progetto di innovazione tecnologica. Nella mattinata di oggi, lunedì 20 giugno, la Sala consiliare di Palazzo Oropa ha ospitato la presentazione del “bot” Telegram, un nuovo sistema, del tutto gratuito per i cittadini, voluto dall’assessore all’Innovazione tecnologica Massimiliano Gaggino.

«Uno degli obiettivi che mi sono posto è quello di rendere più “smart” possibile la vita dei cittadini – spiega l’assessore -. Per l’Amministrazione dovrebbe essere prioritario riuscire a dare delle risposte in tempi brevi: abbiamo tante gente che ci pone delle domane, richiede dei servizi e ha bisogno di risposte. Abbiamo iniziato con la WebApp “Biellafacile”, un prodotto del Csi Piemonte, che necessita dello SPID. È stato un primo passo, necessario. Però ha il limite di richiedere, per poter accedere ai servizi, di doversi munire dello Spid. Così ci siamo rivolti alla ditta Pgdue, che già da anni lavora con le amministrazioni, con l’obiettivo di renderci più “social”. Così nasce il servizio su Telegram: un’applicazione che si usa tantissimo, fornendo svariate opportunità. Telegram diventerà il primo punto di contatto con i cittadini: è semplice da usare, immediato e iscrivendosi dal “Menù” si trovano tutti i servizi richiesti. Chi si iscriverà al canale potrà sempre trovare le notizie più importanti ed essere aggiornato in maniera immediata».

La ditta Pgdue ha da tempo puntato sull’innovazione tecnologica. «Abbiamo voluto sfruttare qualcosa che tutti hanno in tasca: le chat – afferma l’amministratore di Pgdue Andrea Grossio -. Inoltre speriamo che a breve si possa usare “Whatsapp”, una piattaforma che viene utilizzata dal 99% degli italiani. Il sistema mi risponde subito, come se io scrivessi ad un amico. Abbiamo cercato di renderlo semplice, comodo e intuitivo permettendo di interagire con il Comune h24. Per attivarlo basta aprire Telegram, cercare il canale “Città di Biella” e avviare la conversazione».

Comunicato stampa Città di Biella

Condividi:

Commenti chiusi