Basket. Playoff, gara-2: a Capo d’Orlando ancora un semaforo rosso per l’Edilnol (85-75)

0

Gara-2 dei quarti di finale playoff si apre per Edilnol Pallacanestro Biella con un imperativo categorico: trovare il modo di arginare lo strapotere dimostrato in gara-1 dalla coppia americana Triche-Parks.

Perché se è vero, come è vero, che il roster dell’Orlandina è profondissimo, è altrettanto evidente a chiunque che la chiave del match di stasera sta nel limitare i due mattatori della prima puntata andata in scena sul parquet siciliano sabato scorso. Un Albano Chiarastella farebbe molto comodo a coach Michele Carrea, soprattutto in chiave difensiva, ma l’italo-argentino è ancora costretto ai box dall’infortunio rimediato in gara-4 contro Udine.

Parte bene Biella che apre con una tripla di Harrel, poi 4 punti di Sims portano i ragazzi di coach Carrea sul 7-2. Ma Capo d’Orlando non impiega molto a prendere le misure: è Trapani, con una tripla, a portare i suoi avanti di uno, sull’11-9. Al 5′ il punteggio è 14-9 per l’Orlandina, con Biella che comunque dà l’impressione di tenere il punto. Antonutti ne mette 5 (una bomba + due liberi) e il periodo si chiude con i padroni di casa a +1, 18-17.

Il secondo quarto inizia con una tripla di Laganà e l’inerzia della gara passa nelle mani di Capo. Un parziale sanguinosissimo di 11-3, porta la squadra di coach … sul 29-20 e Carrea ferma il gioco. All’uscita dal timeout i rossoblù rosicchiano 4 punti arrivando 29-24, ma a questo punto i padroni di casa iniziano lo show dalla lunghissima distanza, con Mei, Laganà e Brandon Triche. Per Biella, Sims e Saccaggi provano a resistere. A 3′ dalla sirena di metà partita i padroni di casa toccano il massimo vantaggio sul +16 (47-31) e il periodo si chiude 50-34. Troppo pochi i 14 punti messi a referto dall’Edilnol per sperare di contrastare Capo d’Orlando fino alla fine dell match.

L’intervallo lungo non cambia gli equilibri sul parquet e la gara riprende sugli stessi binari di prima con Capo d’Orlando che conduce, poi due antisportivi a Saccaggi e Pollone spianano letteralmente la strada alla squadra di coach Sodini. A metà perido il punteggio è sul 63-45 con una tripla di Triche. Due minuti più tardi Sims (25 punti alla fine) mette il -12, 68-56, e saccaggi dalla lunghissima fa -9 (74-65).

L’ultimo quarto non ha sussulti i rossoblù ci provano ma l’Orlandina controlla senza troppo affanno. Finisce 85-75 con un canestro di Saccaggi a 4″ dalla sirena.

Benfapp Capo d’Orlando – Edilnol Pallacanestro Biella 85-75 (18-17, 50-34, 68-56)

Benfapp Capo d’Orlando: Bruttini 9, Trapani 18, Laganà 8, Parks 12, Mobio 7, Murabito, Mei 9, Triche 15, Bellan 7, Galipò ne, Neri ne, Donda ne. All.: Marco Sodini.

Edilnol Pallacanestro Biella: Harrell 13, Savio ne, Antonutti 12, Nwokoye 2, Chiarastella ne, Saccaggi 15, Sims 25, Pollone 5, Massone, Wheatle 3. All.: Michele Carrea.  

Terna Arbitrale: Dori, Gagno, Marota.

Condividi:

Commenti chiusi