Basket. Casale sbanca il Forum 84-69 e vola in vetta: terza sconfitta di fila per l’Edilnol

0

All’esordio casalingo in questo 2020 l’Edilnol Pallacanestro Biella di coach Galbiati apre le danze con un derby. Al Forum arriva Casale, per un match che si annuncia infuocato, anche sugli spalti, come da tradizione.

Ci si aspettava la riscossa rossoblù dopo due sconfitte esterne, invece è arrivata la terza consecutiva al termine di un match in cui la formazione di casa non è mai riuscita a mettere la testa avanti. Partita perfetta, quella di Casale, che oltre alla tattica ha avuto dalla sua anche una buona stella. Ad un certo punto sembrava che gli esterni di coach Ferrari potessero segnare pure bendati. Ma la vera differenza è stata l’intensità difensiva degli ospiti che hanno cancellato (anche con un po’ di mestiere) le bocche da fuoco biellesi, a partire da Bortolani, lasciato quasi a secco.

Primo quarto. Solito starting five per coach Galbiati: Saccaggi, Bortolani, Polite, Donzelli e Omogbo. Casale risponde con Tomasini, Valentini, Roberts, Sims e Martinoni. Simone Tomasini sblocca il risultato dopo due minuti di polveri bagnate, ma Daniel Donzelli pareggia subito il conto. Sims fa valere il suo peso sotto i tabelloni e Casale mette di nuovo la testa avanti. Ci pensa Donzelli con una schiacciata in tap-in sotto la Barlera ad impattare a 4. Poi Martinoni mette a referto la prima tripla della serata: 7-4 per gli ospiti. Poca lucidità in attacco per i rossoblù che sbagliano diverse volte e Valentini ne approfitta per allungare dalla distanza, 10-4 Casale, ma Biella risponde presente: prima Omogbo poi Polite (con un’azione da tre punti) riportano la form formazione di coach Galbiati a -1, 9-10 a -3’11” dalla prima sirena. Ancora Sims trasforma la sua esperienza in due punti (12-9) e sulla transizione i rossoblù perdono palla, regalando un nuovo possesso alla squadra di coach Ferrari. Roberts mette la tripla del 15-9 ma sulla transizione Polite fa la stessa cosa (12-15). Ancora Roberts dai 6.75, 18-12 Casale. Entrano Massone, Barbante e Lombardi e proprio quest’ultimo segna dalla lunghissima il canestro del 15-18. Cesana chiude il conto della prima frazione: 20-15, vantaggio esterno.

Secondo quarto. In apertura Pollone fa solo 3/5 dalla lunetta, dopo aver subito due falli: 18-20. Sims segna dalla sua mattonella (18-22), e Matteo Pollone mette una tripla che rimbalza sul primo ferro e poi va dentro (21-22). Massone perde una palla sanguinosa e Casale va in lunetta sul 26-21: Piazza fa 2/2. tornano sul parquet Bortolani, Saccaggi e Donzelli. E Camara va a schiacciare sotto la curva di Casale il 30-21. I Galbiati boys mettono un mini breack di 4-0 con Polite e Donzelli, 25-30. Omogbo recupera un rimbalzo in difesa ma Bortolani sbaglia la tripla. Dopo un po’ di batti e ribatti da un lato e dall’altro del parquet è Omogbo a bucare la retina: 27-30 quando mancano poco meno di 150″ all’intervallo lungo. Un canestro per parte Omogbo-Martinoni, poi Denegro fa 2+1 con un fallo: 29-35. Il lungo americano di casa fallisce la tripla frontale ma subisce fallo e va in lunetta con tre liberi: 2/3, 31-35. Roberts, 31-37 appena prima dell’ultimo giro di orologio. Ancora Omogbo dalla lunetta: 1/2, 32-37. Una brutta conclusione di Martinoni dall’angolo, concede a Biella di ripartire: ci prova Polite dalla lunghissima ma è un cross… Possesso ospite con il cronometro sfalsato di soli 2″. Robert perde tempo e la palla a spicchi torna tra le mani rossoblù: ultimo possesso con poco più di 20″ a disposizione. Capitan Saccaggi si butta dentro e mette il 34-37, ma non è finita: sulla transizione, sempre Saccaggi subisce “sfonda”. Ancora un possesso biellese prima della sirena ma Polite non capitalizza. A metà partita Casale è avanti di 3, 37-34.

Terzo quarto. È Sims ad aprire le marcature, prima con un canestro dal campo e poi con un libero (1/3 per un fallo subito mentre tirava dalla lunghissima). Dopo due minuti e mezzo il tabellone dice 37-48 grazie a due triple consecutive della formazione ospite e ad una schiacciata di Robert, assist di Sims. Massimo vantaggio ospite sul 39-51 con un libero di Cesana. Poi capitan Saccaggi prova a suonare la carica con una tripla dall’angolo, 42-51. Per Bortolani è notte fonda e un tecnico a Omogbo (per proteste) complica ulteriormente il cammino rossoblù. Piazza, dalla lunetta, fa 3/3: 54-42. Bortolani sbaglia anche un libero, e già questa è una notizia: 43-54. Cesana dà un po’ di fiato a Roberts e Galbiati fa riposare un attimo Saccaggi: dentro Massone. Polite fa 2/2 dalla lunetta: 45-56. Massone perde subito palla e regala altri due punti alla squadra di coach Ferrari che arriva a 60. Casale continua a martellare dal campo: Piazza mette il 62-47 a -1’11” dalla terza sirena. Bortolani non ne fa una giusta e getta alle ortiche un contropiede lanciando una pietra contro il tabellone ospite. Un canestro per parte con Polite e Piazza: 66-51, massimo vantaggio Casale.

Ultimo quarto. Barbante da due (53-66). Casale in serata di grazia, entra tutto… E Biella sbaglia tutto quello che si può sbagliare. Donzelli dalla lunghissima, 56-69. Timeout Ferrari dopo un timido rientro rossoblù. Segna Lombardi dal cuore dell’area ospite con un semi gancio (58-69). Roberts torna nella mischia e a freddo mette una bomba di puro fondo schiena, ma tant’è: 58-74. Timeout Galbiati. Non c’è più molto da raccontare: nella curva di Casale si festeggia in quella di Biella si continua a tifare pur sapendo che l’esito è scontato. Finisce 69-84 la più brutta partita disputata al Forum da Pallacanestro Biella in questa stagione.

EDILNOL PALLACANESTRO BIELLA – NOVAPIU’ CASALE  69-84 (15-20, 34-37, 51-66)

Edilnol Biella: Donzelli 9, Omogbo 11, Barbante 2, Deangeli ne, Bortolani 5, Saccaggi 11, Bassi ne, Pollone 6, Lombardi 11, Massone, Polite 14. Allenatore: Paolo Galbiati. Assistenti: Finetti e Squarcina.

Novapiù Casale: Cappelletti 0, Tomasini 6, Valentini 3, Da Campo, Cesana 2, Denegri 7, Battistini 5, Martinoni 14, Sims 15, Piazza 9, Roberts 19, Camara 4. Allenatore: Mattia Ferrari. Assistenti: Valentini e Fabrizi.

Arbitri: Boscolo Nale, Caruso e Gonella.

 

Condividi:

Commenti chiusi