Basket. Al Biella Forum grande prova d’orgoglio dell’Edilnol che ne dà 22 a Udine e ritrova il sorriso

0

Una Edilnol Pallacanestro Biella affamata di punti salvezza torna tra le mura amiche del Forum per affrontare l’esperta Apu Udine degli ex Antonutti e Deangeli. Grande prova d’orgoglio dei ragazzi di coach Iacopo Squarcina che portano a casa due punti fondamentali e ritrovano anche un po’ di morale grazie allo scarto finale che dice +22. Berdini, Miaschi, Hawkin e Simone Barbante sugli scudi.

Primo quarto. Edilnol schiera Laganà, Berdini, Miaschi, Hawkins e Barbante. Udine risponde con Giuri, Deangeli, Italiano, Johnson e Foulland. Il primo canestro del match è una tripla di Berdini. Dopo 3′ è parità, 4-4. Poi vantaggio Udine con una schiacciata di Foulland, 6-4. I rossoblù rimettono la testa avanti con Miaschi dalla lunghissima (9-8) a metà frazione. Teddy Hawkins inchioda il 13-8 (palla recuperata da Berdini) e costringe coach Boniciolli a fermare il tempo. Dopo il timeout entra sul parquet l’ex Michele Antonutti che, a freddo, mette la tripla del 13-11. Parità a 13 quando mancano 180″ alla prima sirena. Miaschi riporta vanti Biella (15-13). Doppio cambio per coach Squarcina: fuori Barbante e Miaschi, dentro Kuba Wojciechowski e Pollone. Ancora parità ad un giro di cronometro, 15-15, ma il quarto si chiude con i rossoblù avanti 19-17 grazie ai primi due punti dalla pitturata di Lazar Lugic.

Secondo quarto. Apre Kuba Wojciechowski da sotto 21-19. Udine torna avanti con una tripla di Mussini, 23-21 al 3′. Poi 26-23 con un canestro assolutamente fortunoso per la formazione ospite. Il 28-23 di Italiano costringe coach Iacopo Squarcina a parlare con i suoi. Federico Miaschi va a schiacciare in contropiede il 27-28, poi Biella recupera un possesso difensivo e Hawkins replica a Miaschi quasi in fotocopia con i rossoblù di nuovo avanti 28-28. Berdini dall’angolo mette la bomba del 30-30 a 2′ dall’intervallo lungo. Ancora Miaschi: 36-30. Altra palla recuperata per i ragazzi di Squarcina ma Biella non capitalizza. Poi Hawkins manda in lunetta Antonutti che fa 2/2 (36-32). Lugic sradica un pallone dalle mani di Antonutti ma ancora una volta l’Edilnol non riesce ad approfittarne: 36-32 e squadre negli spogliatoi.

Una bella schiacciata di Deontae Hawkins, alle sue spalle l’ex Michele Antonutti (foto Laura Malvarosa)

Terzo quarto. Coach Squarcina schiera Laganà, Berdini, Miaschi, Hawkins e Barbante, Bonicioli manda sul parquet Mussini, Foulland, Nobile, Antonutti e Johnson. Laganà mette due splendidi punti in faccia ad Antonutti, 39-34 dopo quasi 2′. Deontae Hawkins va a schiacciare il 41-36 e coach Boniciolli chiama timeout. Ancora Hawkins dai 6.75 porta Biella sul 45-36, poi un personale di capitan Laganà fa 46-36 a metà frazione. Italiano commette fallo antisportivo su Berdini che fa il pieno dalla lunetta (48-37) ma Biella non sfrutta l’extra possesso. Johnson mette la tripla del 48-40. Per l’Edilnol segna Lugic da sotto e coach Boniciolli ferma il tempo a 2’49” dalla sirena. Un bel canestro di Lugic porta i rossoblù al massimo vantaggio sul +11 (52-41). Giuri subisce fallo sul tiro da tre punti e fa il pieno dalla lunetta: 52-44. Biella non chiude l’ultimo possesso e la sirena suona sul 54-45.

Ultimo quarto. Simone Barbante apre le danze dai 6.75, ma Udine risponde con Marco Giuri. Un’altra tripla del “Barba” e una schiacciata di Miaschi in contropiede fanno volare i rossoblù di Squarcina sul 64-48 in un amen. Timeout Boniciolli. Bomba di Matteo Pollone per il 67-49 dopo 2’30”. Segna dalla lunghissima anche Miaschi (70-49). Barbante fa 3/3 dai 6.75 (73.51) e poi recupera anche palla in difesa sulla transizione, ma Biella spreca. Mussini, 73-53 a metà periodo con l’inerzia tutta dalla parte di Biella. Il resto è passerella. Finisce 84-62.

Edilnol Pallacanestro Biella – Apu Udine 84 – 62 (19-17 / 36-32 / 54-45)

Edilnol: Berdini 10, Moretti, Loro, Bertetti, Laganà 8, Barbante 11, Miaschi 19, Vincini, Wojciechowski 7, Pollone 5, Hawkins 15, Lucig 9. Allenatore: Iacopo Squarcina. Vice: Niccolai e Pogliaghi.

Udine: Johnson 4, Mussini 11, Deangeli, Schina 2, Antonutti 5, Foulland 10, Giuri 8, Nobile 4, Pellegrino 13, Italiano 5. Allenatore: Matteo Boniciolli.

Arbitri: Tirozzi, Costa, Salustri.

Condividi:

Commenti chiusi