Bi.T quotidiano ha bisogno del tuo aiuto

Cara lettrice, caro lettore, un tuo piccolo contributo, in questo momento particolare, per noi di Bi.T sarebbe davvero molto importante. Grazie per l'aiuto!

All’on. Patelli non basta più prendersela col ministro Lucia Azzolina, adesso impallina anche il M5S Biella…

0

NewsPatelli ormai è rimasto quasi l’unico giornale (chissà come mai?) a concedere spazio alle “elucubrazioni” dell’onorevole biellese, limitandosi peraltro a fare copia/incolla dei suoi comunicati stampa.

Dalle colonne della testata online la parlamentare del Carroccio porta avanti con invidiabile testardaggine, forse per tenere accesa la fiammella dell’autocompiacimento, la patetica crociata condita di errori marchiani (non ha ancora capito che ci sono scelte che dipendono direttamente dal ministro Azzolina e altre che NON dipendono direttamente dall’odiata pentastellata) e sparate spesso sopra le righe.

L’ultima puntata, però, ha fatto registrare una new entry. Visto che gli attacchi personali (quasi all’arma bianca, AVANTI SAVOIA!!!) al ministro dell’Istruzione non vengono nemmeno più considerati dalla stessa Azzolina (probabilmente perché ormai sono diventati una trita consuetudine), l’onorevole che ieri, 2 giugno, Festa della Repubblica, ha sposato la causa “dell’Italia che non si arrende” partecipando all’assembramento romano contro il governo Conte, ha pensato bene di allargare lo spettro.

Si sa, un bersaglio più grande è più facile da colpire… Anche quando mancano svariate diottrie!

Un po’ come quando, in gergo cestistico, si dice “fare (o non fare!) canestro in una vasca da bagno”. Ecco, la Patelli non riesce a fare canestro nemmeno in una vasca da bagno. Lei che oggi sta “di casa” a Montecitorio cosa fa? Si mette a disquisire (non usiamo il verbo pontificare per non fare torto a nessuno, si sa mai…), sindacando sull’operato del M5S Biella, a Biella.

Mah… ormai siamo veramente alla frutta.

Mentre Lucia Azzolina è impegnata con lo staff del ministero a ridisegnare la scuola post Covid, con tutte le difficoltà che OGGETTIVAMENTE ne conseguono, l’ex candidato sindaco di Ronco, si mette a fare le pulci su… la qualunque.

Argomenti fondanti, ovviamente: ci manca solo che si attacchi a come dovranno fare gli studenti, da settembre, per chiedere ai prof di andare in bagno, se per alzata di mano o mediante segnali di fumo, e poi, una volta ottenuto il permesso, come raggiungere in sicurezza la toilette… Se col monopattino o con passaggi radenti lungo i muri perimetrali dei corridoi.

Nel merito, lasciamo la risposta al comunicato stampa del M5S Biella, come è giusto che sia. Eccolo di seguito. Buona lettura (sono vivamente consigliati coca cola e pop corn)!

Vogliamo ascoltare il consiglio della Parlamentare della Lega, Cristina Patelli: “Informarsi meglio e prendere appunti prima di fare figuracce”.

Ed è proprio per questo che giriamo gentilmente a lei lo stesso consiglio. A dire dalla stessa, infatti, i fondi stanziati dal Ministro Azzolina per l’edilizia scolastica non sarebbero 800 milioni, bensì solo 331 milioni.

Forse sarà umiliante che una parlamentare venga corretta da un gruppo di persone, a suo dire astiose e arroganti, ma per onor di cronaca e verità siamo costretti a farlo!

Sono 798.1 i milioni stanziati per l’edilizia scolastica dall’inizio del 2020 (1.750 interventi e 5.560 indagini diagnostiche su solai). A questi si “AGGIUNGONO”, con il DL Rilancio, 331 milioni di fondi strutturali FESR (Fondi Europeo di Sviluppo Regionale) in conto capitale per gli interventi di adeguamento e adattamento degli spazi e degli ambienti didattici.

Quindi 798.1 + 331 milioni! Crediamo che questo possa bastare per invitarla ad informarsi e prendere appunti!

Per quanto riguarda infine le mascherine in classe, dovrebbe sapere che si tratta di una prescrizione del Comitato tecnico scientifico del Ministero della salute.

Siamo certi che se ci fosse stata Lei a ricoprire il posto del Ministro dell’Istruzione, avrebbe disatteso le indicazioni di medici e scienziati. Ci pare normale a fronte dello stretto legame vantato dalla Lega con il mondo metafisico (Cuore immacolato di Maria)!!!

Un ultimo appunto però è d’obbligo.

Prima di parlare del lavoro svolto dal gruppo biellese del M5S si informi, non è difficile, basta aprire il sito del Comune di Biella e scegliere l’opzione “amministrazione trasparente”, troverà tutte le interrogazioni e mozioni da noi presentate dal 2013.

L’ultima, congiunta con i consiglieri del PD, gliela ricordiamo noi: chiediamo e ribadiamo che gli emolumenti della giunta Corradino vengano ripristinati agli importi confermati dalla la giunta precedente, visto che sono stati ingiustificatamente aumentati appena un mese dopo l’insediamento.

Aggiungiamo che durante questa pandemia, il M5S di Biella ha fatto una scelta responsabile. Proprio quella di evitare attacchi politici verso il suo sindaco perché abbiamo compreso, da subito, che la situazione sarebbe stata complicata per tutti.

Forse abbiamo sbagliato, ma siamo orgogliosi della nostra scelta.

Condividi:

Commenti chiusi