“10 euro per un Picasso”, estratto alla Domus il biglietto vincente (1592) ma non si è ancora presentato nessuno a ritirare il premio

0

Sabato 18 giugno, alla presenza di oltre cento persone, è stato estratto il biglietto vincente della lotteria solidale “10 EURO PER UN PICASSO” organizzata dalla Domus Laetitiae e dall’Associazione Piccolo Fiore, composta dai volontari della Cooperativa. Il fortunato vincitore è il possessore del biglietto numero 1592.

L’evento si è svolto nel giardino della Domus Laetitiae in una calda e splendida giornata di sole e ha visto la partecipazione di circa 100 persone tra cui soci, volontari, ospiti con i loro familiari, associazioni e realtà che hanno abbracciato l’iniziativa organizzata da Domus Laetitiae. Un evento condito da opere d’arte realizzate dai ragazzi della Domus Laetitiae e dai bambini che frequentano la “Casa per l’Autismo” di Candelo ma anche da tanta musica grazie ai DOMUSIC, band composta da soci della Domus Laetitiae fondata nel 2019.

Alla fine dell’evento, alla presenza del sindaco di Sagliano Micca Andrea Antoniotti, è stato estratto il biglietto vincente, il numero 1592. Il primo e unico premio è un’acquaforte di Pablo Picasso riprodotta in sole 50 copie e firmata in originale dal grande pittore spagnolo.

L’iniziativa “10 euro per un Picasso”, nata dalla collaborazione tra Domus Laetitiae, Piccolo Fiore ed Enrico Gatti, art dealer internazionale, ha avuto un grande successo con più di 2.900 biglietti venduti. Un’iniziativa che ha coinvolto 100 tra soci e volontari, 10 associazioni e aziende del biellese. I fondi raccolti grazie alla lotteria solidale saranno utilizzati per rinnovare il giardino sensoriale della Cooperativa, uno spazio utilizzato quotidianamente dalle persone con disabilità che vivono alla Domus Laetitiae ma che si vuole trasformare in uno spazio godibile da tutto il territorio attraverso attività di sensibilizzazione.

All’interno del giardino sensoriale verranno piantate nuove erbe, piante, verrà rinnovata la serra così come il camminamento accessibile con carrozzine e verranno installate attrezzatture accessibili a persone con disabilità.

«Siamo orgogliosi di questa iniziativa che ha unito arte e solidarietà coinvolgendo così tante persone. Si tratta del primo evento dopo più di due anni di chiusura e anche per questo è stata una giornata speciale – dichiara Claudio Medda, presidente della Domus Laetitiae –. Ad oggi il vincitore o la vincitrice non si è ancora presentato per ritirare il premio ma lo attendiamo con trepidazione per consegnarli un’opera d’arte unica. Saremo grati a chiunque volesse darci un mano nel rintracciare il possessore del biglietto 1592».

c.s.

Condividi:

Commenti chiusi